Omicidio d’inverno – Josh Lanyon

Titolo: Omicidio d’inverno51uc2bowgv3l._sy346_
Autore: Josh Lanyon
Genere: M/M; Poliziesco; Giallo; Romanzo contemporaneo
Pagine: 234
Descrizione: Intelligente e ambizioso, l’agente speciale Adam Darling è in procinto di ottenere il successo professionale che desidera, quando un fatale errore nella gestione di un caso di alto profilo porta alla morte di un innocente, infrangendo i suoi sogni di gloria.
Ora Adam ha un nuovo compagno, un nuovo caso e l’opportunità di ricominciare da zero dando la caccia a un astuto e brutale serial killer in un remoto villaggio tra le montagne dell’Oregon.
Il vicesceriffo Robert Haskell potrà anche sembrare tranquillo e flemmatico, ma è un poliziotto tenace ed efficiente, e non è affatto contento di trovarsi i federali tra i piedi, anche se uno degli agenti è arguto, attraente e probabilmente gay. Ma il rinvenimento di un corpo martoriato nel museo locale dedicato ai nativi d’America è al di fuori della portata del Dipartimento di polizia di una piccola città. Del resto, anche il glaciale e rigido Adam Darling è al di fuori della portata di Rob, ma il giovane vicesceriffo non è tipo da gettare la spugna senza prima aver tentato il tutto per tutto.

Recensione

Maryella B.

Torno con piacere a leggere un M/M e l’occasione mi viene offerta dalla Reading Challenge a cui sto partecipando: uno degli obiettivi chiede di leggere un libro in cui nella cover o nel titolo compaia un’arma. La  scelta inizialmente era caduta su un altro titolo che avevo comprato tempo fa, ma, complici il mio abbonamento a Kindle Unlimited e la rottura del mio e-reader, ho deciso di cambiare per mettere a frutto la vastissima offerta di KU.

Dico subito che la fortuna mi ha assistito e Omicidio d’inverno si è rivelato una lettura molto piacevole e appagante: la giusta sintesi tra suspense e componente romantica, in cui personaggi e trama sono ben curati e interessanti, anche se da più parti ho letto che non si tratta del migliore dei libri di Josh Lanyon. In ogni caso devo dire che siamo su un’ottima strada: la parte poliziesca è intrigante e le indagini  portano a scoperte inattese, mentre sul fronte dei sentimenti assistiamo a un’evoluzione coerente in cui l’intimità tra i protagonisti è in crescendo. L’autrice sa dosare bene gli elementi a sua disposizione, senza cadere nella trappola dell’ovvietà e dello stereotipo, e li declina con una prosa fluida e scorrevole, capace di rendere al meglio le atmosfere e la psicologia dei personaggi. La storia procede a una velocità spedita e non è difficile appassionarsi: la caccia al killer è complessa e porta verso direzioni ardue da decifrare ma di cui la Lanyon tesse le fila con molta disinvoltura, consentendo sul finale di mettere ogni tassello al posto giusto.

Adam Darling e Robert Haskell sono persone molto diverse: il primo, viene dalla città, è  è tormentato dai fantasmi di una vicenda finita in maniera drammatica che ne ha condizionato vita e carriera e il secondo è un poliziotto di paese, forse meno esperto ma certamente non meno determinato e, soprattutto, deciso sul piano personale. I due sembrano non avere nulla in comune quando si incontrano per la prima volta, ma come nella migliore delle tradizioni presto scopriranno che le loro diversità li rendono complementari.

«Cazzo, sono Barbie e Ken!» esclamò Zeke all’improvviso…

Rob si lasciò sfuggire un sorrisetto amaro, perché quella volta Zeke aveva proprio ragione. Alti, biondi ed eleganti nei loro impermeabili abbinati, quei due sembravano più due attori in procinto di sostenere un provino per una nuova serie televisiva di successo che dei veri rappresentanti della legge. Ma erano dei rappresentanti della legge. Due autentici agenti speciali dell’FBI venuti dalla soleggiata Los Angeles per offrire la loro esperienza e competenza. Già, una cosa alquanto seccante.

L’attrazione non tarda a far sentire la propria irresistibile energia e, aiutata dagli eventi che sconvolgeranno la tranquilla cittadina di Nearby, riuscirà a mettere in discussione le certezze dei due uomini. Rob ha il carisma del bravo ragazzo, altruista e legato alle sue origini: ironico e lungimirante, contrariamente a quando si potrebbe pensare dalle apparenze, ha meno fragilità del’esperto agente dell’FBI e non si farà scoraggiare dalle probabilità che si presentano a sfavore di una storia tra i due. Non mancheranno momenti di dolcezza e passione, sempre affrontati con lo stile garbato dell’autrice, che non si spinge in eccessive descrizioni ma riesce a rendere con efficacia la corrente sensuale che scorre tra i suoi protagonisti. Direi che Omicidio d’inverno si è guadagnato quattro belle stelline.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. questo autore mi manca ma leggo spesso recensioni più che positive dei suoi lavoro!

    Piace a 1 persona

    1. Maryella B. ha detto:

      Io intendo leggere la serie Adrien English che pare sia la più riuscita, peccato non sia in KU

      "Mi piace"

  2. dolci73 ha detto:

    TRa gli autori MM questo mi manca eppure ne sento parlare benissimo

    "Mi piace"

    1. Maryella B. ha detto:

      Avrai modo di rimediare

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.