Una giornata in giallo

9504-3Una giornata in giallo

Collana: La memoria
Anno edizione: 2018
Pagine: 352 p.

Otto scrittori fra i più popolari dei «gialli» Sellerio: umorismo, tensione, inventiva e rapidità sono il minimo comun denominatore di queste storie in un solo giorno. Un’intuizione, un’illuminazione o solo il colpo del fato e basta una giornata per risolvere un caso. Certo ci vuole una giornata particolare, che l’investigatore non potrà più dimenticare: lunga, avventurosa, paurosa e molto eccitante, che lo farà riflettere su quanto strano può essere il mondo del delitto. Ecco il tema su cui i nostri autori hanno ingaggiato i loro eroi (e antieroi) in questa nuova antologia del giallo.

Il commissario Montalbano, in un giorno che sembrava di bonaccia, constata quanto è scomodo stare tra l’incudine dello Stato e il martello della mafia. Saverio Lamanna (racconta Gaetano Savatteri) a Gibellina, città d’arte, scopre una vendetta contro l’arte stessa. Tiziana la banconista del BarLume è ad Amsterdam, il suo autore Marco Malvaldi l’ha messa lì per inseguire un gioiello. Il giovane Daquin, il poliziotto di Dominique Manotti, è a Marsiglia nel 1973 in un giorno di caccia all’algerino. C’è una biscia ammaestrata, nel racconto di Piazzese, di cui trovare al più presto i padroni e scoprire un mistero. Al pensionato Consonni della Casa di Ringhiera (autore Francesco Recami) in un giorno succedono tante involontarie peripezie da incastrare un delinquente. La giovane poliziotta Angela Mazzola (creatura di Gian Mauro Costa) nel suo giorno di riposo si chiede perché si usino i kalashnikov per rubare dei carciofi. Petra Delicado (di Alicia Giménez-Bartlett) ha un giorno di ordinaria follia per sperimentare quanto per alcuni «l’infelicità è un destino».

 

Recensione

Maryella B.

Maryella B. – proprietaria del Blog Le Trame del destino: Libri e dintorni – è anche redattrice presso MilanoNera: la presente recensione è stata  pubblicata in precedenza su MilanoNera e solo in seguito inserita legittimamente nel Blog, in quanto spazio letterario proprio dell’autore della recensione. 

«Peppe, l’idea di chi progetta e la percezione di chi guarda non coincidono quasi mai».
«Suleima, tu hai studiato e io no. Ma se una cosa è brutta resta brutta. E questo lo capisce pure un analfabeta».
«Stai dicendo che la chiesa di Quaroni o la Stella di Consagra sono brutte?».
«Sto dicendo che Gibellina è brutta. Anzi, terribile».
«Ma non per colpa degli architetti o degli artisti, Peppe. La colpa è di chi ha costruito quelle case, dopo il terremoto, senza pensare a chi doveva abitarle».
«Se le facevano costruire a un capomastro venivano meglio. Ci hanno messo mano gli architetti, senza offesa, ed è venuta fuori una cosa senza senso»

Ci sono consuetudini a cui è difficile rinunciare: appuntamenti fissi che ci conducono in luoghi e atmosfere familiari; che sanno riproporre incontri rilassanti e regalare l’atteso appagamento di un colloquio amicale con quei personaggi che hai imparato ad apprezzare. Sono quelle abitudini di cui non ci si stanca mai:  capaci di raccontare storie dallo slancio brillante e fresco, il cui carattere – definibile quasi “aperitivo” – forse non è adatto a saziare, ma sa bene come stimolare l’appetito del lettore. Produce quel ristoro transitorio che, dopo un prolungato – ma pur breve – soddisfacimento, spinge a volerne ancora di più. Ed è uso di Sellerio editore coccolare i propri lettori con gustosi cabaret di manicaretti preparati dalle sapienti mani di “chef” stellati: nulla è lasciato al caso e i nomi più rinomati iniziano a miscelare ingredienti e materie prime tra le più pregiate per offrire degli assaggi che sappiano tentare i palati. È un’armonia di sapori dall’eccezionale equilibrio in cui si fondono un mix di prerogative irrinunciabili per gli amanti del genere, ma, oltremodo adatti anche a chi volesse avvicinarsi al noir.

Una giornata in giallo è titolo e filo conduttore di questa raccolta firmata da otto grandi nomi del romanzo poliziesco, non solo italiano, ma anche internazionale: nell’arco di 24 ore i protagonisti sono chiamati a sperimentare il loro intuito investigativo e confrontarsi con dei casi insoliti, i cui tratti suggeriscono quanto controversi e complessi siano i contorni dell’universo che gira attorno al delitto.

La sinossi detta le linee guida di quest’avventura giornaliera: un Montalbano alle prese con un caso in cui le spire di mafia e stato si confondono e sembrano sovrapporsi le une alle altre; un Saverio Lamanna che ci conduce nei luoghi sfregiati dal terremoto e dall’amara ricostruzione della valle del Belìce; Malvaldi ci porta ad Amsterdam; Manotti ci fa trascorrere una giornata in terra di Marsiglia; Santo Piazzese “striscia” all’interno di un mistero legato a uno scorsone ammaestrata; il povero pensionato Consonni si misura con una serie di peripezie “nonnesche” che lo portano a risolvere il mistero di un furto; Angela Mazzola, eroina uscita dalla penna di Gian Mauro Costa, deve risolvere l’enigmatico nesso che lega dei kalashnikov a dei carciofi; e infine l’ispettrice Petra Delicado si trova a interpretare un ruolo che non le è consono quando, dopo una giornata di intenso lavoro, da predatore si trasforma in preda. Mancano alcune voci, tra tutte quella di Antonio Manzini, che avrebbe, senza dubbio, potuto dare il suo fattivo contributo a questa collezione pre-natalizia, arricchendo queste storie di riflessione e denuncia – di umanità e tensione – in cui l’immancabile ironia, come sempre, dissimula le tare dell’animo umano.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. chiccabloglibrintavola ha detto:

    proprio leggendo una di queste raccolte mi sono resa conto che camilleri non fa per me. mai letto montalbano in vita mia 🙂 adesso parte la lapidazione 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.