(Purché sia di serie! #1) Gioco sporco – Josh Lanyon

Proprio ieri ho presentato sul Blog un’altra delle strepitose idee di Chiara La lettrice sulle nuvole che si è inventata una nuova Rubrica indirizzata a tutte noi lettrici, o anche lettori, che iniziamo delle serie e poi, sia per mancanza di tempo che perché presi da altre novità librarie che non fanno altro che distrarci, non riusciamo a ultimarle.

Ora non abbiamo più scuse! Purché sia di serie! è la soluzione ai nostri problemi: la rubrica ci pone l’obiettivo mensile di leggere un libro appartenente a una saga già iniziata precedentemente ( quindi non prevede la lettura del primo episodio) e poi di recensirlo sul blog senza porre le solite limitazioni degli spoiler che oltre che ben accetti sono, in questo caso, quasi d’obbligo. Anche se, viste le ultime notizie, pare stia diventando pericoloso ⚠️ 🔪 svelare anticipazioni sulle trame dei libri. Ma siccome siamo lontane dall’Antartide noi ci sentiamo di sfidare la sorte! Se volete unirvi a noi non potrà che farci piacere: raggiungeteci nel Gruppo Facebook dedicato all’iniziativa.

banner

Appuntamento fisso ogni 11 del mese.
Io ho deciso di accettare subito l’invito di Chiara e spulciando nel mio e-reader ho trovato il libro che faceva proprio al caso nostro: un ebook che avevo acquistato quando uscì e che avevo lasciato a dormire indisturbato per un bel po’ di anni. Si tratta di Gioco sporco scritto da Josh Lanyon: un gay romance che è il secondo episodio della  All’s Fair Series, preceduto da Facile bersaglio che avevo letto e apprezzato quando fu pubblicato. Nonostante le direttive dicano altro in questa occasione non sono riuscita a superare i miei “blocchi-spoiler” e, quindi, la recensione non svelerà molto della trama. Cercherò di entrare meglio nel mood la prossima volta.

Gioco sporco

Josh Lanyon

Formato: EPUB con DRM
Genere: Romanzo contemporaneo
Sottogenere: Gay Romance; Suspense.
Voto: ♥♥ 1/2
Descrizione: Quando Elliot Mills, ex agente dell’FBI, è chiamato ad analizzare i resti della sua casa d’infanzia, distrutta da un incendio, capisce subito che si tratta di un atto doloso e che il bersaglio del piromane è suo padre Roland. Qualcuno vuole impedirgli di pubblicare un libro di memorie che potrebbe portare a galla scomode verità e per riuscirci è disposto a ricorrere persino all’omicidio. Elliot però è determinato ad assicurare il criminale alla giustizia, e se per farlo dovrà giocare sporco lo farà. Anche se questo significa mentire a Tucker e mettere a repentaglio non solo la propria vita, ma anche il fragile rapporto che hanno appena iniziato a ricostruire… “Gioco sporco” è il seguito di “Facile bersaglio”.

Recensione

FarfallaPurpurea
Come anticipavo, e come viene precisato nella sinossi, Gioco sporco è il seguito di Facile bersaglio: si tratta di un libro in cui ritroviamo gli stessi protagonisti del primo episodio della serie, Elliot Mills, ex agente dell’FB diventato un docente universitario in seguito a un incidente che lo ha costretto a lasciare il lavoro amato, e Tucker Lance, ex collega e attuale compagno di Elliot. Nel primo libro, complice un caso che li vede entrambi coinvolti, i due, che erano stati amanti, si incontrano nuovamente e riescono a ritrovare l’intesa di un tempo, superando contrasti e incomprensioni e confessandosi l’amore reciproco. Il loro legame è ora più solido e da sei mesi, ormai, convivono e ognuno è capace di completare l’altro, anche se ricadere nelle insicurezze che in passato hanno segnato il loro rapporto non è difficile. La trama intreccia sia la vicenda personale di entrambi che l’elemento suspense: la casa d’infanzia di Elliot viene data alle fiamme e dalle prime indagini emerge che il libro, che da molti anni il padre dell’ex agente sta scrivendo, forse nasconde un segreto. Qualcuno vuole attentare alla vita di Roland Mills, probabilmente per impedire che la verità venga svelata ed è pronto a tutto per raggiungere il proprio scopo. Riuscire ad arrivare al bandolo della matassa sarà tutt’altro che semplice e sarà necessario scavare in un passato lontano, riportando a galla i controversi anni dell’accesa contestazione contro la guerra del Vietnam di cui il padre di Elliot fu discusso protagonista. Avevo un buon ricordo di Facile bersaglio e pensavo che la scelta di leggerne, finalmente, il seguito sarebbe stata felice: purtroppo devo dire che le mie aspettative sono state tradite. Non sono soddisfatta dell’esperienza, che ho trovato poco coinvolgente e incapace di appagare quella serie di bisogni emotivi che sempre si agitano dentro di me quando mi avvicino al romance. L’indagine poliziesca non risulta avvincente, arranca e ha un carattere oltremodo statico e alla stessa maniera la parte sentimentale manca di suggestioni e attrattive coinvolgenti. Gli M/M sanno vestirsi di un’essenza romantica ed erotica molto seduttiva, si accendono di un fuoco ardente e, non di rado, hanno una componente riflessiva molto marcata,  ma non è il caso di questo libro che, al contrario, risulta scialbo, privo di quell’ispirazione emozionale che possa renderlo intrigante. Sono assenti gli slanci irresistibili del desiderio più vivido, mancano le struggenti note di un amore di cui riesci a percepire i palpiti, non riesci ad avvertire tutta quella gamma di complesse energie che prendono vita dalla passione più sentita e autentica e non vieni toccato dagli essenziali richiami di un legame profondo, fatto di piena adesione affettiva e relazionale.
Per questo mese non è andata benissimo, ma l’obiettivo è, comunque, raggiunto. Ora vado subito a spulciare tra i miei libri per individuare il prossimo titolo con cui partecipare all’appuntamento di Dicembre, che torna, puntuale, giorno 11.
E voi, intanto, potete andare a scoprire come se la sono cavata le mie compagne d’avventura.

 

Annunci

15 commenti Aggiungi il tuo

  1. CHIARA ROPOLO ha detto:

    Almeno decenni un titolo e forse anche una serie! Dispiace tanto quando le aspettative non vengono rispettate

    Mi piace

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Sì, guardo il bicchiere mezzo pieno: almeno ho sfoltito la lista dei libri da leggere. Incrocio le dita per la prossima scelta, spero mi dia maggiori soddisfazioni

      Mi piace

  2. dolci73 ha detto:

    Spoiler cosa pericolosa ⚠️ 🔪 Questo autore mi ispira da un sacco!

    Mi piace

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Soprattutto a certe latitudini è meglio andarci coi piedi di piombo 😉
      Io di Lanyon ho letto solo i due titoli di questa serie, magari riproverò più avanti con qualcos’altro.

      Mi piace

  3. Diana Reydych ha detto:

    A volte capita di fare letture poco piacevoli.

    Mi piace

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Purtroppo sì, ma non ci scoraggiamo per così poco 😉

      Mi piace

  4. Saji Connor ha detto:

    Ahah! Ho letto di cosa è successo al collega che spoilerava la fine dei gialli!!
    E pensare che per la prima volta, in occasione di questa rubrica sono riuscita a fare spoiler anche io sulla storia del libro che recensivo. E’ stato in qualche modo più semplice riuscire a parlare del libro.
    Incrocio le dita, spero che il prossimo libro sia migliore 😉

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Il pericoloso mestiere dello “spoileratore” ahahah
      Spero anch’io che la prossima scelta sia più fortunata. Grazie per essere passata

      Mi piace

  5. Erica Libri al caffè ha detto:

    Questo mese è andata male anche a te come a me! Di questo autore non ho letto nulla ma ho segnato un suo libro in wl

    Piace a 1 persona

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Incrociamo le dita per la prossima scelta 😉

      Mi piace

  6. chiccabloglibrintavola ha detto:

    io non sono mai stata una lettrice mm ma qualche mese fa grazie a chiara e dolci ho scoperto ck harp. ho letto un suo libro che mi ha emozionata tantissimo e spero quindi di leggere presto altro di questa autrice.
    venendo al romanzo di oggi sono dispiaciuto che non ti abbia conquistata, anche io quando mi capita ci resto male però fa parte della vita di noi lettori. vedrai andrà meglio con il prossimo e poi nel frattempo hai smaltito arretrati 😀

    Piace a 1 persona

  7. farfallapurpurea ha detto:

    Verissimo, se c’è una cosa che non dà mai certezze è un libro: non puoi mai essere sicura che ti piacerà. Ma noi lettori sappiamo anche ripartire ancora più motivati dopo una delusione. Sugli M/M posso dire che in alcune occasioni hanno saputo darmi emozioni ancora più intese di molti M/F ❤

    Mi piace

  8. leoblogintheworld ha detto:

    Questo è un genere che non leggo

    Mi piace

  9. Sono molti mesi che non leggo M/M ma questo ma questo autore mi ispira un sacco, segno in WL con la speranza di non rimanerne delusa =)!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.