Una strada oscura – Linda Castillo

Una strada oscura

Linda Castillo

Traduttore: Tessa Bernardi
Editore: Fanucci
Genere: Romanzo contemporaneo
Sottogenere: Suspense/Thriller
Pagine della versione a stampa: 364 p.
Voto: ♥♥♥
Descrizione: Joseph King, già noto alla comunità amish per il temperamento aggressivo e violento e per essere un abituale consumatore di droghe, è stato condannato all’ergastolo per aver brutalmente assassinato la moglie. Ma a due anni dalla condanna, King è evaso ed ora è minacciosamente diretto verso Painters Mill. Sarà il capo della polizia, Kate Burkholder, a occuparsi di questo caso, complicato dal sequestro dei cinque figli da parte di King che, armato e disperato, non ha nulla da perdere e potrebbe ucciderli. Per Kate, oltre tutto, l’indagine ha dei risvolti personali. Cresciuta insieme a Joseph King di cui si era perdutamente innamorata, non avrebbe mai potuto immaginare il terribile scenario a cui sta assistendo. Il lavoro, però, le impone di andare a fondo, e le sue ricerche faranno emergere un segreto inimmaginabile che la porterà faccia a faccia con qualcuno pronto a tutto pur di tenerlo nascosto… anche a toglierle la vita.

Recensione

Maryella B.
Maryella B. – proprietaria del Blog Le Trame del destino: Libri e dintorni – è anche redattrice presso MilanoNera: la presente recensione è stata  pubblicata in precedenza su MilanoNera e solo in seguito inserita legittimamente nel Blog, in quanto spazio letterario proprio dell’autore della recensione. 

Non c’era tempo per indugiare. Aveva soppesato le alternative, preso la sua decisione. L’unica possibile. O lui o lei. Aveva scelto la propria vita, il proprio futuro. Un velo scuro cadde sopra le sue emozioni, sopprimendole, e lui chiuse la porta.

Linda Castillo è una di quelle autrici capaci di fidelizzare i propri lettori: complici la particolare ambientazione che fa da sfondo alle sue trame, i personaggi ben caratterizzati e una marcata attitudine a modulare intrecci solidi e coinvolgenti, la scrittrice statunitense ha lasciato il segno anche in Italia, dove, pubblicata da TimeCrime, occupa gli scaffali – fisici e virtuali – delle librerie con la nona avventura della Kate Burkholder series, che racconta le vicende dell’omonima protagonista. La sua è un’eroina dai connotati insoliti, marchiata da un passato, talvolta ingombrante, che continua a rincorrerla: i legami affettivi, impossibili da rescindere, e il suo lavoro – Kate è a capo della polizia di Painters Mill – la riportano continuamente a contatto con quel mondo Amish in cui è cresciuta e da cui ha deciso di allontanarsi. Ed è nuovamente nell’universo dell’intransigente comunità religiosa che un nuovo caso la porterà, aprendo una finestra sul passato e facendo riaffiorare emozioni e ricordi che sembravano sepolti. Una strada oscura, titolo evocativo e ricco di sfumature, sarà quella che il capo Burkholder sarà costretta a percorrere per riuscire a far luce su un delitto che non la convince e su nuovi e dolorosi risvolti a esso legati. Joseph King, grande amore della sua giovinezza, condannato per l’omicidio della moglie, è evaso di prigione e ha preso in ostaggio i cinque figli. Noto come una testa calda, violento e aggressivo, l’uomo è pronto a tutto pur di non tornare in carcere.

Confrontandosi con una combinazione di eventi che sembrano minare la sua competenza e credibilità, Kate non avrà paura di mettere tutta se stessa in un incarico controverso e complesso.

Anche se non ho fatto niente di male, mi sento pervadere da una sensazione simile alla vergogna. La dura verità è che ho compromesso la credibilità dell’operazione. Osservo i presenti, disgustata dal modo in cui distolgono lo sguardo. Tutto d’un tratto, sono diventata una di quelle poliziotte. Un’agente che non è rispettato. Di cui non ci si può fidare. Che non fa parte della squadra.

Non saranno le apparenze a fermarla né la fragilità degli indizi a cui, nonostante l’inverosimiglianza, si appiglierà con tutte le sue forze. Ostacolata da difficoltà quasi insormontabili e da un antagonista astuto e insospettabile, Kate potrà contare sull’aiuto e la lealtà di collaboratori affidabili e del compagno col quale sta condividendo la vita, mentre si addentrerà in percorsi accidentati e calcherà le scene di un thriller in cui suspense e azione prendono forma attraverso una scrittura sobria ed efficace. L’autrice, però, non riesce a dare impulso a quella che dal primo libro è stata una componente importante della serie: il rapporto personale con Tomasetti diviene marginale e, solo in brevi momenti, attenzione che gli riserva risulterà quasi quasi distratta.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Il Mondo di SimiS ha detto:

    Il thriller non è più uno tra i miei generi preferiti, al massimo li accetto nei film, ma ultimamente preferisco leggere cose più leggere e meno impegnative. In ogni caso ti leggo sempre con piacere, perché mi interessano i tuoi punti di vista! Bella recensione come sempre :*

    Piace a 1 persona

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Grazie, non ero ispiratissima, devo dire. I thriller mi piacciono, ma non tutti e, come, sai li alterno ad altri generi

      "Mi piace"

  2. Lisa C. ha detto:

    Anche per me i thriller sono, al momento, argomento che ancora non mi va di trattare, però sarò sincera: mi incuriosiscono molto perché, come per Simo, li amo in tv o al cinema. Per questo in particolare diciamo che non ho sentito quel feeling che mi serve per decidere di leggere un libro…ci penserò su. Recensione sempre ottima!

    Piace a 1 persona

  3. farfallapurpurea ha detto:

    Anch’io non ho sentito un particolare feeling nei confronti di questo libro, però è una serie che ho seguito dal primo episodio. Se vuoi provare un’autrice che sa il fatto suo in tema di thriller io adoro Karin Slaughter e la serie dedicata a Will Trent, che è un personaggio straordinArio. Grazie per la visita, un bacio

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.