Black Moon. I peccati del vampiro – Keri Arthur

Le Trame del Destino

Giugno è stato il mese dei GDL, nei quali mi sono lanciata con enorme entusiasmo e devo dire che la serie Black Moon mi sta dando incredibili soddisfazioni.

 

Blog che partecipano:

Le mie ossessioni librose

La lettrice sulle nuvole

Le Trame del destino. Libri e dintorni

Librintavola

 

La Riley Jenson Guardian è così composta:

1. Black Moon. L’alba del vampiro
2. Black Moon. I peccati del vampiro 
3. Black Moon. La tentazione del vampiro
4. Black Moon. Il Gioco del vampiro
5. Black Moon. L’abbraccio della notte
6. Black Moon. Un bacio prima di morire 
7. Black Moon. Desiderio di sangue 
8. Black Moon. L’ombra del cuore
9. Black Moon. Chiedi alla luna

 


 

L’autrice

Keri Arthur vive a Melbourne, in Australia. I suoi libri e racconti, che spaziano dal paranormale all’urban fantasy, hanno ricevuto importanti riconoscimenti di critica e di pubblico. La Newton Compton ha già pubblicato i primi capitoli della saga Black Moon: L’alba del vampiro, I peccati del vampiro, La tentazione del vampiro, Il gioco del vampiro, L’abbraccio della notte, Un bacio prima di morire, Desiderio di sangue e L’ombra del cuore. I primi tre episodi della saga che ha per protagonista Riley Jenson sono stati pubblicati anche in volume unico. Per saperne di più visita il suo sito: http://www.keriarthur.com.

 

 

Black moon. I peccati del vampiro

Keri Arthur

Editore: Newton Compton

Genere: Urban Fantasy

Serie: Black Moon #2

Lunghezza: 336 pag.

Descrizione: La vita di Riley Jenson, nata dall’unione tra un vampiro e una femmina di lupo mannaro, è molto complicata. E piena di pericoli. Qualcuno sta effettuando delle sperimentazioni genetiche su di lei. Misteriosi cloni le danno la caccia, creature nate da esperimenti di laboratorio cercano di eliminarla, il suo fratello gemello finisce sempre nei guai, e in più il richiamo della luna la attrae con tutta la sua forza, la brucia, la spinge a soddisfare i suoi istinti… Come se non bastasse, Riley ha la tendenza a innamorarsi sempre della persona sbagliata: prima dello sfuggente Quinn, poi di un inaffidabile mutante, mezzo uomo e mezzo cavallo. Un mistero sempre più fitto, loschi progetti militari, un complotto che mira a modificare il corpo e la natura delle razze non umane: Riley Jenson deve tornare in azione. La luna piena pretende il suo tributo.

Amore e sesso, pericoli mortali, sperimentazioni genetiche e colpi di scena: nessuno è al sicuro quando la luna piena splende alta nel cielo, e il sangue ribolle nelle vene.


 

Recensione

FarfallaPurpurea

Il mio viaggio alla scoperta dell’intrigante mondo di Riley Jenson Guardian continua, e continua insieme alle mie compagne di lettura, tutte entusiaste quanto me dell’esperienza.

Riuscire a scrivere una recensione con contenuti originali e che non appaia un copia-incolla rispetto alle mie considerazioni su Black Moon. L’alba del vampiro (Qui Recensione) – primo episodio della serie – è tutt’altro che facile: il rischio di ripetermi c’è, ed è altissimo. Non certo perché Keri Arthur non sappia proporre intrecci dinamici dal sapore inedito e innovativo o perché i suoi siano personaggi sempre uguali a se stessi, privi di crescita o evoluzione: la Arthur ha, al contrario, il talento dei grandi e sa aggiungere un carattere speciale a ciò che descrive pur non snaturando o modificando lo stile della propria scrittura.

Black Moon. I peccati del vampiro propone una vicenda che si collega ai fatti narrati nel primo libro, ne è il naturale seguito: molti misteri non erano stati risolti, né erano stati sciolti i troppi nodi emotivi che avevano dato l’impronta romantica alla storia.  L’anima di questo urban fantasy, dalle forti connotazioni suspense e dall’irresistibile energia erotica, ha un temperamento unico: ipnotico e adrenalinico, in nessun momento allenta la tensione; il ritmo è sempre serrato e propone una sintesi perfetta ed equilibrata tra giallo e fantasy, in cui l’elemento romance è accuratamente filtrato tra le fitte maglie di una visione del sesso e dell’amore che sfugge a una rappresentazione canonica.  Il mondo dei licantropi segue ben altre regole: il sesso è spogliato delle sovrastrutture umane e viene vissuto con altre consapevolezze. È in questa insolita prerogativa che si attua una delle suggestioni più potenti di questa lettura, le cui pagine sono ricche di stimoli sensuali e sensoriali di grande intensità. Difficile rimanere insensibili alle continue sollecitazioni che nascono da questo particolare meccanismo, in cui è essenziale non perdere di vista l’ambientazione che fa da sfondo alle avventure della saga Black Moon. Difficile è non cedere alla spinta dei desideri, quelle speranze che reclamano di essere  appagate, mentre il bisogno di una concessione ai sentimenti diventa prepotente. Ma la Arthur toglie e concede: crea un’economia del dare e sottrarre – sotto l’aspetto romantico – che tiene il lettore sempre sul filo dell’incertezza e dell’eccitazione. Gioca. Si diverte. Con lei le cose non sono semplici, e forse questo rende ancora più intriganti le sue trame.

«****, non posso prendere solo un assaggio e poi fermarmi». La sua voce era piatta e fredda, come il suo corpo. Tuttavia, colsi un senso di disperazione nei suoi occhi che mi scaldò l’anima… «Fai finta che sia Barbie. Un’altra brunetta seducente che porterai a bere, a mangiare e poi a letto. Non ci sarà mai niente di serio fra noi, e non mi rivedrai più dopo stasera. Sarò solo una scopata facile e veloce».

«Non posso farlo», disse, la voce tirata per la tensione che vedevo nei suoi occhi.

«Perché no?»

«Perché non sei Barbie, e perché non sarai mai una scopata facile e veloce».

… «Ma è ciò che ero quando ci siamo incontrati per la prima volta. Lo hai ammesso anche tu».

«Allora era così».

«Non è cambiato molto da allora».

«È cambiato tutto da allora».

«Cristo santo, a parte il sesso, non ci conosciamo neppure. E il fatto che andiamo bene a letto non significa che andremmo bene anche nella vita normale».

«Lo so, lo so», nella sua voce c’era una punta di frustrazione. «****, io ti voglio e ho bisogno di te. È solo che non sono certo di riuscire a stare con te»… «Non ti sto chiedendo di diventare il mio amante a tempo pieno. Ti sto solo chiedendo di prendere quello di cui hai bisogno».

Con una mano mi accarezzò il viso. «Non capisci, vero?»

«Cosa?»

«Un assaggio non mi basterà mai»

Disegna dinamiche e personaggi coerenti, la cui tridimensionalità ha una consistenza piena: incarnano l’autentica inquietudine dell’imperfezione; sanno interpretare la vita e le emozioni con autentico trasporto; non sono maschere, ma sono persone, fatte di sangue, ossa e sentimenti.  Le azioni, i comportamenti, i pensieri, tutto il loro universo emozionale sa di VERO: ti investe con la concreta plausibilità del sentire e dei bisogni che esprime. I dialoghi sono brillanti, ironici, sempre modulati e in sintonia con i personaggi e i momenti.

Ora, ragazzi», interruppi, sentendo che stava per accendersi una discussione, «prima il dovere, poi i bisticci d’amore».

«No», mi corresse Rhoan, con un lampo malizioso negli occhi. «Prima il dovere, poi il sesso, e poi i bisticci d’amore. Stabilisci bene le tue priorità, per favore».

Non c’è staticità, né  narrativa né emotiva, e tutta la vicenda è in crescendo: non mancano i colpi di scena e nuovi risvolti che contribuiscono a rendere sempre più difficoltoso il cammino verso la verità che si nasconde dietro gli attentati alla vita della protagonista. È un libro che gioca al rialzo Black Moon. Il peccato del vampiro: suspense, passione, sentimenti, pericolo e tragica commozione, perché tra la gamma di emozioni che la vita offre ci sono anche quelle che sanno straziare i cuori e far versare lacrime.

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. chiccabloglibrintavola ha detto:

    credo tu abbia centrato in pieno sia il romanzo che la arthur. anche io nello scrivere la recensione avevo paura di ripetermi e non perchè i romanzi siano la fotocopia l’uno dell’altro ma semplicemente perchè la storia è un continuo evolversi della situazione. adesso aspetto il prossimo e speriamo cdi avere risposte agli interrogativi lasciati in sospeso.

    "Mi piace"

  2. concordo in tutto e per tutto!

    Piace a 1 persona

    1. farfallapurpurea ha detto:

      Una GRANDE! ❤

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.